14 dicembre 2010

Biscotti di Natale Speziati

Ingredienti:

  • 250 g miele
  • 100 g burro
  • 250 g zucchero di canna
  • 100 g mandorle macinate
  • 550 g farina
  • 1 uovo
  • cannella, zenzero, noce moscata, scorza di limone
  • 1 bustina lievito per dolci
In una pentola scaldare il miele con il burro e lo zucchero. Lasciar intiepidire e unire tutto il resto. Mescolare sempre dentro la pentola e dimenticarsi l'impasto fino al giorno dopo, avendo cura di coprire la pentola con un panno o col coperchio. Trascorse almeno 12 h stendere la pasta, non ci sarà bisogno di farina, avrà la consistenza della plastilina! Ritagliare le formine e infornare a 180°C per 12 min. 

2 dicembre 2010

Decorazione camino

Ecco cosa ho fatto una sera d'agosto! Ho copiato i disegni della "Cerasarda" e li ho riprodotti sui fianchi e la cappa del camino di casa dei miei genitori. Il disegno delle Pavoncelle è un classico dello stile sardo. Il ramage sulla cappa è più moderno e rappresenta il mirto.

3 novembre 2010

Dolci di Hallowen


Sono stata ad una festa in maschera per bambini, e oltre  alle zucche intagliate benissimo c'erano un sacco di dolcetti. Ne ignoro la ricetta, ma la decorazione era uno spettacolo!  Complimenti alle bravissime mamme!

18 ottobre 2010

Zucca Ripiena

Ecco una ricetta autunnale, un piatto unico gustosissimo.
Ingredienti:
1 bella zucca da 1 kg
300 gr carne macinata
2 uova
1 cipolla media
1 tazza di riso bollito
20 gr burro
2 cucchiaini sale
1/2 cucchiaino senape in polvere (io ho macinato i semi)
1/2 cucchiaino di pepe

Tagliare la calotta alla zucca e ripulire l'interno dai semi. punzecchiare la polpa con una forchetta e cospargere con 1/2 cucchiaino di sale e !/4 di senape. In un tegame fate imbiondire col burro la cipolla tritata e rosolate la carne sgranandola bene. Quando è ben cotta togliere dal fuoco e aggiungere il riso, le uova le spezie rimaste e il sale. Mescolare bene e farcire la zucca. Richiuderla con la calotta e cuocere in una teglia con poca acqua nel forno a 200°C per 1h e 1/2 circa. Verificare la cottura pungendo la zucca, deve diventare tenera. 

4 ottobre 2010

Mei Tai Tutorial

La mia bimba cresce ed è arrivato il momento di portarla col marsupio sulla schiena. Navigando qua e là ho trovato il modello chiamato mei tai. Ottimo! L'ho creato "sacrificando" un copridivano. Ecco i tutorial a cui mi sono ispirata. Clicca qui

11 agosto 2010

Omeopatia per Bambini

Ecco un link utilissimo per chi, come me, decide di curare i disturbi dei suoi bimbi con rimedi omeopatici. C'è  anche la posologia.

29 luglio 2010

Indicazioni Complessi New Era


Ho finalmente riunito le indicazioni riguardanti i Complessi New Era usati negli anni. La posologia è sempre la stessa; Adulti - 4 cpr da sciogliere sotto la lingua 3 volte al giorno. Bambini - 2 cpr 3 volte al giorno. Lattanti - 1 cpr 3 volte al giorno.

  • A - nevriti, nevralgie,sciatalgie
  • B - stress, affaticamento,esaurimento nervoso
  • C - gastrite, pirosi gastrica, dispepsia
  • D - acne, dermatite, eczema secco, crosta lattea
  • E - digestione lenta, sonnolenza post-prandiale, meteorismo, flatulenza, colite, coliche lattanti
  • F - mal di testa di origine nervosa
  • G - mal di schiena, lombalgia
  • H - rinite allergica, dermatite allergica
  • I - dolori muscolari, mialgie, nevriti, strappi muscolari
  • J - influenza, raffreddore, febbre, tosse
  • K - unghie fragili, caduta dei capelli
  • L - varici, disturbi circolatori, emorroidi
  • M - dolori reumatici
  • N - dolori mestruali
  • P - gambe e piedi pesanti
  • Q - catarro, sinusite
  • R - dentizione bambini, osteoporosi
  • S - disturbi digestivi, nausea

17 luglio 2010

Addio Afidi


Ho sperimentato un rimedio ecologico e economico contro le afidi! Necessario:

  • 1 litro acqua
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1 spruzzino vuoto
Miscelare tutto nello spruzzino e spruzzare abbondantemente sulle piante colpite da afidi. In una sola applicazione muoiono tutte. Rimangono sulla pianta attaccate ma di giorno in giorno si atrofizzano.

5 luglio 2010

Rivestimento interno per borsa in paglia


Una cara amica mi  ha chiesto di rivestirle una borsa in paglia. Detto, fatto! Rivestimento interno con tela di cotone bianco. Striscia superiore di cotone beige con roselline. tasca interna e coulisse doppia per una chiusura più veloce. Ho cucito a mano il velcro su 4 lati del bordo interno, e a macchina quello sull'esterno della fodera. Consegnata 2 giorni fa.

19 giugno 2010

Decorazione scala interna


Ecco un modo semplice ma di effetto che ho usato per rallegrare la scala di casa. Semplice e di effetto! Il colore è lo stesso del tavolo e delle sedie, anche queste ultime tinte di giallo a casa! 

25 maggio 2010

Regalo Ricevuto


Ringrazio l'amica Elisa del blog Il Filo Magico per il Candy ricevuto. L'ho ricevuto un mese fa, ma non ero a casa! Si tratta di un anello con un bel fiore ad uncinetto, e di un porta-anello / puntaspilli utilissimo accompagnati da una lettera su carta riciclata...  Grazie per questo regalo, era il terzo premio ed è la prima volta che vinco!

22 maggio 2010

Portamollette

Come preannunciato ecco un lavoro fatto al volo! Con la  gruccia piccola di un vestito della mia bimba, ho realizzato il cartamodello. Nella foto si vede solo la parte superiore. Si tratta di un rettangolo di stoffa cucita doppia. Con la stessa tecnica si potrebbero fare dei porta ... tutto! Lettere, giochi, spazzole, qualunque  cosa si voglia e possa appendere. E' un ottimo metodo per riciclare stoffe e grucce.

20 maggio 2010

Casetta imbottita

Ecco una lavoro che mi ha tenuta un po' impegnata... Ho ricevuto in regalo 3 campionari di stoffe da un'amica tappezziera e le ho subito sfruttate per fare questa casetta per la mia bimba. Si potrebbe usare anche per riporre le lane... è molto capiente e morbidissima. Mi sono anche cimentata nel ricamo di fiori e finalmente sfruttato i punti ricamo della mia macchina per cucire! 
Ora sto lavorando ad un porta-mollette da bucato...a presto con la foto del lavoro finito!

27 aprile 2010

Formaggio fatto in casa

Navigando qua e là mi sono imbattuta in vari siti che spiegano in poche righe come fare il formaggio a casa. Ho trovato il caglio in farmacia e ho chiesto pochi litri di latte ad un pastore.... ecco il risultato! Ho fatto il "primo sale" che è nelle foto e un'altra formella di "semicotto" che stagiona nel frigorifero... chissà quanto resistiamo prima di mangiarlo... Dal siero rimasto ho fatto la ricotta, poca ma buona!

21 aprile 2010

Primavera in Sardegna

Esplosione di colori

16 aprile 2010

Parco di Monserrato

Passeggiata pomeridiana al parco con la bimba... in quel di Sassari. Una piacevole scoperta i percorsi per disabili: con il passeggino sono indispensabili!

10 aprile 2010

Segnalibri veloci


Ecco dei segnalibri veloci visti da a-tutto-zigzago. Li ho fatti con delle pagine di una rivista cartonata! Semplici e utilissimi! Questo week end ne regalo 2 alle mie amiche! 

7 aprile 2010

Copri seggiolino da tavolo


Un lavoro fatto al volo riciclando un vecchio accappatoio in spugna bianca. Ho appoggiato dei fogli di giornale sulla seduta e sulla spalliera del seggiolino per ricavarne il cartamodello, una cucitura a macchina per assemblare i pezzi e del velcro e un elastico per fissare il tutto. Fatto! ...e finalmente posso lavarlo tutte le volte che voglio! 

6 aprile 2010

Pasqua ad Alghero


Il venerdì Santo ad Alghero, particolari figure in processione e accompagnamento della banda musicale... Serata davvero suggestiva. Qua sotto qualche spiegazione  trovata sul web, video annesso!
I riti della Settimana Santa di Alghero affondano le loro radici nella storia catalana della città. Il Venerdì Santo con la toccante funzione del "Desclavament" che da secoli si tiene nella chiesa Cattedrale ha il suo culmine nella processione, sentitissama e molto partecipata. Migliaia di persone con i loro "farols" sfilano per le vie cittadine portando i segni della Passione di Cristo, le scale utilizzate per deporre dalla Croce il Signore (rappresentato da un'antico simulacro ligneo venuto da Alicante nel 1606 a seguito del naufragio del veliero Santa Maria di Montenero che lo avrebbe dovuto trasportare sino a Genova), la Croce, San Giovanni evangelista, il Cristo di Alicante nel "bressol" (culla) e la Madonna addolorata. 

4 aprile 2010

Autosvezzamento


La mia bimba ha 6 mesi e su "ordine" del pediatra bisogna iniziare lo svezzamento. Sono 15 giorni che assaggia le pappe (non + di un paio di cucchiaini) e poi torna all'amato latte di mamma. Ognuno ha i suoi tempi..., ma ho notato che la piccola vuole assaggiare quello che mangiamo noi e se l'accontentiamo mangia con gusto. Senza neanche un dente si impegna anche nella masticazione! D'altronde come darle torto... le sue pappe non sanno di nulla! Cercando e ricercando sul web sono arrivata alla conclusione: ho latte a sufficienza, lei vuole mangiare dal nostro menu, quindi autosvezzamento! Se ne parla un po' ovunque ma in questo sito c'è una miniera di informazioni. ...e già sono più rilassata, il momento della pappa iniziava ad essere un inutile tortura.

16 marzo 2010

Libri e riviste hobby online




Ho scoperto da poco un mondo...e lo voglio condividere con i miei lettori. Su Picasa Web Album molte creative hanno scannerizzato i loro libri e le riviste. Una fonte inesauribile di idee e tutti i cartamodelli e tutorial! Io sono partita da QUA.
Buona lettura!

8 marzo 2010

Cucito creativo



Ecco dei cuori e paperette fatte con ritagli di camicie vecchie. Li ho cuciti in previsione di usarli per decorare il paracolpi per la culla della mia bebé. Non ho ancora deciso i materiali da utilizzare, una volta trovati mi metterò all'opera e pubblicherò il lavoro finito.
Questo è il modello di cuori e papere:

6 marzo 2010

Frigorifero dipinto

Lavoretto fatto tempo fa... Avevo un anonimo e vecchiotto frigo bianco e con nastro carta, smalto rosso e blu ci ho dipinto sopra la bandiera della Gran Bretagna. Non è perfetto perché bisognava smontare la porta e metterla in orizzontale, ma siccome il frigo era in uso...

5 marzo 2010

Orologio a decoupage

Ecco un orologio fatto per la cucina, così fragoloso e primaverile che mette allegria!

3 marzo 2010

Caramel Shortbread

Ecco un dolce che la mia amica Lindsey un anno fa mi ha fatto assaggiare. Sono rimasta assolutamente stupefatta dalla semplicità e rapidità di preparazione. Ecco la ricetta:
Ingredienti:
  • 200 gr. farina
  • 75 gr. zucchero
  • 150 gr. margarina o burro
Per il Mou: 25 gr. margarina, 25 gr. zucchero di canna, 1 barattolo di latte condensato.
Per la copertura: 200 gr di cioccolata in stecca.
Preparazione: Mescolare la farina con lo zucchero e la margarina/burro, creare una base e infornare a 170°C per 35 minuti. Nel frattempo in un pentolino sul fuoco gli ingredienti per il mou e mescolare di continuo finché si addensa. Quando la base si raffredda creare uno strato uniforme di mou e per ultimo uno strato di cioccolata fatta fondere, io uso il microonde. Tagliare a cubetti e servire.

25 febbraio 2010

Tortino di Cavolfiore

Ricetta di stagione provata per la prima volta ieri: un successone!!!
Ingredienti:
  • 1 cavolfiore
  • 4 patate
  • 1 bicchiere di brodo vegetale
  • 50 gr. di burro + qualche fiocco
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • formaggio grattugiato
Lessare le patate e frullarle col burro il prezzemolo e il brodo. Lessare un po' al dente il cavolfiore, scolarlo bene e metterlo a ciuffetti in una pirofila da forno; ricoprirlo con il frullato di patate e spolverizzarlo con il formaggio grattugiato e qualche fiocco di burro. Infornare a 200°C per 15 minuti circa. Per fare la crosticina croccante mettere la funzione grill per qualche minuto. Buon Appetito!

22 febbraio 2010

Cuscino per bebè


La mia bebè ha compiuto oggi 5 mesi e inizia a star seduta, ancora non in maniera stabile, quindi ho deciso di fare un cuscino per lei. Il modello è quello dei cuscini d'allattamento, a ferro di cavallo, più alto dietro per reggere la schiena. Qui il cartamodello. Per l'imbottitura ho usato quella di 2 cuscini dell'IKEA che non utilizzavo più. Ecco le foto, ho ancora da fare la fodera, domani vado a comperare qualche stoffa colorata per renderlo più carino!

16 febbraio 2010

Biscotti semplici

Ingredienti:
  • 1 Kg. farina
  • 6 uova
  • 400 gr. zucchero
  • 250 gr. strutto
  • 2 bustine lievito vanigliato
  • Aromi a piacere: limone grattugiato, vaniglia, cannella, ecc. Io ci ho messo del cardamomo
Mescolare strutto e zucchero, aggiungere le uova intere. Unire la farina con lievito e aromi e impastare il tutto. Avvolgere l'impasto con la pellicola e far riposare nel frigorifero per circa un oretta. Spianare col mattarello e tagliare con le formine. Per ottenere la superficie croccante e dolce spennellare i biscotti con dell'acqua e adagiarli sullo zucchero ( per avere un risultato uniforme). Infornare a 170°C per 15 minuti circa.
Ottimi per la colazione o con il tè delle cinque!

12 febbraio 2010

Krapfen al forno

Ingredienti:
1 Kg. farina
2 uova + 3 tuorli
4 cucchiai di zucchero
100 gr. di burro o margarina
buccia grattugiata di 1 arancia e 1 limone
2 panetti di lievito di birra
1/2 l. di latte
1 bicchierino di liquore a piacere
Intiepidire il latte e sciogliervi il lievito. Mescolare assieme il resto degli ingredienti. Per ultimo il latte. Il burro va aggiunto fuso. Impastare su un piano da lavoro (senza impazzire, più si lavora più la pasta verrà fitta). Lasciare lievitare in un posto caldo coprendo l'impasto con un canovaccio. Se non si ha altra soluzione anche nel forno al minimo, Consiglio di segnare il panetto di impasto con un coltello, non per scaramanzia ma per facilitare la lievitazione. Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume, con l'aiuto di un mattarello stenderlo e tagliare con una formina dei cerchi, lasciare lievitare ancora una volta su un piano coperti con canovacci. Infornare partendo dalle prime formine tagliate a 180°C per circa 15/20 minuti. Spolverizzare con zucchero a velo.
N.B. Per rendere i krapfen più gustosi farcirli con crema pasticcera, marmellata o cioccolata. Più semplice se si fanno le forme più sottili e si mette la farcia al centro di una forma e si ricopre con un'altra inumidendo con un po' d'acqua il bordo per far attaccare la pasta.

5 febbraio 2010

Bignè Fritti di Carnevale

Ingredienti:
  • 250 gr. acqua
  • 50 gr. burro
  • 150 gr. farina
  • 4 uova
  • 1 limone
  • olio per friggere e zucchero a piacere
Mettere in un pentolino l'acqua e portare ad ebollizione, togliere dal fuoco e far sciogliere nell'acqua il burro. Buttarci dentro la farina e la buccia grattugiata del limone, mescolare energicamente. Quando l'impasto si stacca dalle pareti del pentolino aggiungere un uovo alla volta, l'impasto diventerà viscido, ma mescolando ingloberà l'uovo. Continuare finchè non saranno inglobate tutte le uova! Scaldare l'olio e friggere delle piccole quantità d'impasto lasciate cadere con l'aiuto di due cucchiaini. Spolverizzare di zucchero a piacere.
NB: Se le uova sono grandi ne bastano 3 oppure sarà necessario aumentare la dose di farina

1 febbraio 2010

Consigli Feng Shui per Bambini

La camera dei bambini dovrebbe essere localizzata in una zona appartata dell'abitazione, in modo da rappresentare la parte intima del bambino che si va formando, per il quale quello spazio costituisce il proprio mondo per molti anni.
Come prima cosa è molto importante collocare il letto più lontano possibile dalla porta e soprattutto non sotto ad una finestra, in mododa permettere una giusta circolazione dell’energia. Per quel che riguarda la collocazione del lettino abbiamo inserito uno schema, che vi potrà aiutare ad una più corretta analisi del suo posizionamento, analizzando anche la personalità del vostro bambino:
  • testa rivolta a nord
Questa direzione tranquilla può essere utile contro l'insonnia, ma può rendere anche la vita dei nostri piccoli fin troppo quieta.
  • testa rivolta a nord est
L'atmosfera è troppo affilata e penetrante per consentire di dormire bene. Il bambino potrebbe avere incubi.
  • testa rivolta a est
La testata orientata ad est è la posizione ideale per i bambini, offre la sensazione che il meglio debba ancora venire e che ogni domani accada qualcosa di nuovo; è comunque una posizione "dinamizzante".
  • testa rivolta a sudest
Buona posizione per aumentare la creatività e la socialità. Sarà uno stimolo per la crescita e per una vita più attiva, ma in modo più impercettibile che a est.
  • testa rivolta a sud
La forte energia e la calda natura indicano che questo orientamento non induce un sonno profondo. Potrebbe anche portare ad iperattività del bimbo.
  • testa rivolta a sud ovest
Posizione di stabilità che aumenta il senso di cautela e di attenzione dei nostri bimbi.
  • testa rivolta a ovest
Questa posizione combina un tranquillo sonno con una generale atmosfera di contentezza, ma nei bambini può anche condurre a pigrizia e scarsa motivazione.
  • testa rivolta a nord ovest
Può aiutare il sonno del bambino ma è senz'altro una posizione più adatta per gli adulti che hanno esperienza per esercitare l'autorità saggiamente, ed è consigliata per i genitori.
Nella camera dei bambini dovrebbero prevalere i seguenti colori: bianco, azzurro, crema se il bambino è nato in primavera od estate, verde, rosa e giallo se il piccolo è nato il autunno od inverno;
i carillon e le girandole appesi al soffitto sono particolarmente adatti perché richiamano un'energia leggera e vitale. Per un bambino piccolo, il movimento delicato delle girandole può essere eccitante o rilassante. Potrete collocarne una di metallo lucido, più Yang, ad ovest della stanza; una girandola morbida di tessuto (che potreste realizzare voi con fiocchetti colorati di tulle) sarebbe più Yin e tranquilla;
La giusta illuminazione dovrebbe essere data da una lampada a parete, che alimenta l'energia, ma altrettanto utile è la collocazione di una lampada in cristallo di sale che oltre a produrre una straordinaria luce influisce positivamente sul benessere del bambino attraverso due effetti: la ionizzazione e il colore, influenzandone positivamente lo stato emotivo e spirituale. L'effetto è quello di un'aria fresca e vivificante come quella dei luoghi dove proviamo benessere, al mare, in montagna, vicino alle cascate;
Il pavimento in legno naturale alimenta l'energia e riduce la stagnazione, inoltre la calda pelle del legno offre un effetto equilibrante al bambino, evitando l'accumulo di cariche elettrostatiche che potrebbero generare nervosismo e ansia.
Le tendine a rullo in tessuto naturale di notte se chiuse, hanno il prezioso compito di rallentare l'energia proveniente dalle finestre. Di giorno, quando vengono arrotolate, scoprono completamente la finestra favorendo l'esposizione della stanza alla luce.
Alcuni quadretti in tessuto appesi alle pareti possono aiutarci a generare un effetto equilibrante. I colori brillanti, in particolare il rosso, il giallo e l'arancione sono più Yang e quindi più stimolanti. I colori tenui, soprattutto l'azzurro e il verde sono più Yin e quindi rilassanti;
ATTREZZATURE ELETTRICHE: nella stanza dei bambini non ci dovrebbe essere nessun apparecchio elettrico e nessun computer, televisore o videoregistratori. L'elettrosmog agisce sui bambini in modo molto più forte che sugli adulti.
Un'immagine, o una piccola scultura che rappresenti qualche delfino potrà valorizzare enormemente la stanza, emanando una vibrazione alta e sottile che stimolerà un atteggiamento più tollerante e più disponibile. I bambini entrano immediatamente in sintonia con questi animali meravigliosi, perciò a anche la loro cameretta può essere decorata con poster o sculture raffiguranti delfini: di certo ne risentiranno positivamente

17 gennaio 2010

I 5 TIBETANI

Tra i miei buoni propositi per questo nuovo anno c'è la volontà di eseguire con costanza questi semplici ma efficacissimi esercizi. Ho già iniziato e mi sento meglio, provare per credere!
Sono efficaci se praticati preferibilmente al mattino a digiuno e ogni giorno, senza saltarne uno. Si inizia con una sequenza di 3 volte ogni esercizio, per una settimana, poi si aumentano le sequenze, sempre in numero dispari: 5, 7, 9, ecc. fino ad un massimo di 21 ripetizioni.

PRIMO RITO

Il primo rito ha lo scopo di accelerare la velocità dei vortici. Stare in piedi eretto e allargare le braccia in modo da portarle orizzontali al pavimento, estendendo tutte e cinque le dita nello spazio. Tenere i piedi paralleli e leggermente divaricati, mentre le ginocchia sono flesse. La vostra attenzione deve concentrarsi su un punto (o zona energetica) posto all’incirca tre o quattro dita al di sotto dell’ombellico. Restare in piedi, in un atteggiamento sciolto e rilassato. Ora lasciarsi guidare dall’idea di affondare nel terreno fino a nove metri di profondità, come se si volesse mettere radici. Adesso ruotare su se stesso finchè non si avverte un leggero capogiro. E’ molto importante ruotare da sinistra verso destra. Per cominciare effettuare il rito fino al punto in cui si avverte un leggero capogiro. Per attenuare la sensazione di vertigine prima di iniziare a ruotare mettere a fuoco un punto davanti a se. Non appena si inizia a girare, continuare a trattenere lo sguardo su quel punto il più a lungo possibile. In ultimo, si deve far sì che quel punto abbandoni il vostro campo visivo così da poter ruotare su te stesso con il resto del corpo. Allora, ruotare il capo molto velocemente, e rimettere a fuoco il punto non appena è possibile. Il punto di riferimento dà la possibilità di sentirsi meno disorientato e stordito. Per ritornare alla posizione di partenza aiutarsi come segue : mentre state ancora girando, avvicinare le palme delle mani al viso e concentrare lo sguardo sui pollici. In questo modo si è il centro del mondo e, quindi, al centro della tranquillità e delle forza. Per concludere la rotazione, restare in posizione eretta, con i piedi leggermente divaricati, e congiungere il palmo delle mani davanti al corpo (all’altezza dello sterno), guardando i pollici. Questo aiuterà a ritrovare l’equilibrio. AIUTA AD ALLEVIARE : Vene varicose – Osteoporosi – Emicranie BENEFICI PER LA SALUTE : intensifica la circolazione, e quindi può alleviare i problemi di vene varicose ; tonifica le braccia e ne allevia i dolori dell’osteoporosi ; aumenta il flusso energetico attraverso tutti i chakra, specialmente quelli situati alla sommità del capo, la fronte, il torace e le ginocchia, stimolando la rivitalizzazione delle cellule ; aiuta il flusso del fluido cerebro-spinale che contribuisce alla chiarezza mentale ed è di ausilio nella prevenzione delle emicranie. SOTTOPONETEVI AD UN CONTROLLO MEDICO : dal momento che la rotazione potrebbe aggravare certe condizioni di salute, chiedete sempre consiglio di un professionista se avete problemi di sclerosi multipla, il morbo di Parkinson o un disturbo senile, la sindrome di Meniere, vertigini, se vi trovate in stato di gravidanza accompagnato da nausee, o state assumendo farmaci che possono causare stordimento. Se avete il cuore ingrossato, problemi di valvole cardiache, o avete sofferto di infarto durante gli ultimi tre mesi, non eseguite questo Rito senza l’esplicito consenso del vostro medico.

SECONDO RITO

Sdraiarsi a terra supini (con la faccia in su) possibilmente su un tappeto. Distendere completamente le braccia lungo i fianchi e appoggiare i palmi delle mani sul pavimento, tenendo le dita unite. Sollevare il capo da terra piegando il mento sul petto e contemporaneamente sollevare le gambe in posizione verticale, tenendo le ginocchia tese e il bacino possibilmente a terra. Se siete in grado di farlo, estendete le gambe, senza piegare le ginocchia, all’indietro verso la testa. Riportare ora, lentamente, a terra sia il capo che le gambe, tenendo sempre le ginocchia tese. Rilassate tutti i muscoli e ripetere il rito. L’errore più comune nell’esecuzione di questo esercizio consiste nel sollevare la parte inferiore della schiena contemporaneamente alle gambe, perché questo indebolisce la schiena. Dunque bisogna fare in modo che tutto il dorso aderisca al pavimento, mentre si sollevano soltanto le gambe. In questo senso è utile far sì che l’impulso parta dai talloni, sollevandoli dal pavimento e flettendo i piedi “a martello”, con le dita rivolte verso la tibia. Questa posizione di partenza attiva i muscoli estensori delle gambe.

Respirazione Quando si sollevano le gambe e il capo inspirare profondamente ed espirare completamente quando si abbassano. Tra un’esecuzione e l’altra, quando si rilassano i muscoli, continuare a respirare mantenendo lo stesso ritmo.

AIUTA AD ALLEVIARE : Artrite – Osteoporosi – Mestruazioni irregolari – Sintomi della menopausa – Problemi digestivi e intestinali – Dolori lombari – Rigidità delle gambe e del collo. BENEFICI PER LA SALUTE : ha un effetto ristoratore sulla ghiandola della tiroide, sulle surrenali, sui reni, sugli organi del sistema digestivo, e sugli organi e ghiandole sessuali, compresi prostata e utero. E’ utile per il ciclo mestruale irregolare ed allevia alcuni dei sintomi della menopausa. Ha un effetto positivo sui problemi digestivi e intestinali. E’ ottimo per la circolazione e la respirazione, rendendo più tonici i muscoli cardiaci ed il diaframma, e regola il flusso linfatico. Il movimento inoltre rinforza l’addome, le gambe e le braccia ; allevia la tensione alla parte inferiore della schiena, diminuendo così il dolore ; ha un effetto benefico sulla rigidità delle gambe e del collo. Può essere di aiuto a coloro che soffrono di artrite lombare e cervicale, e per coloro che sono affetti da osteoporosi alle gambe, alle anche, al bacino e al collo. Accellera inoltre la rotazione dei chakra 5, 3, 2 e 1, nella gola, nelle aree superiore e inferiore dell’addome, e nel coccige. SOTTOPONETEVI AD UN CONTROLLO MEDICO : se soffrite di ernia iatale, di ernia, di ipertiroidismo, di sindrome di Meniere, di vertigine o di malattie accompagnate da crisi acute e periodiche, chiedete sempre il consiglio di un professionista per sapere se questo esercizio sia sicuro per voi. Se siete incinta, o avete subito un intervento chirurgico entro gli ultimi sei mesi, se soffrite di ipertensione e non assumete farmaci o di ipertiroidismo, o di una grave forma di artrite alla spina dorsale, o di alterazioni dei dischi intervertebrali, chiedete sempre al vostro medico il permesso per poter effettuare questo Rito. Se avete il cuore ingrossato, problemi di valvole cardiache, o avete sofferto di infarto durante gli ultimi tre mesi, non eseguite questo Rito senza l’esplicito consenso del vostro medico.

TERZO RITO

Inginocchiarsi sul pavimento con il corpo diritto e le mani appoggiate sui muscoli posteriori delle cosce. Il dorso dei piedi è sollevato da terra, flettendo le dita dei piedi e appoggiandole a terra. Facendo così si evita di inarcare la schiena all’altezza della regione lombare, punto debole e a rischio per la maggior parte di noi. Inoltre tendendo i muscoli dei glutei, si evita di indebolire la regione lombare. Inclinare in avanti il capo e il collo ripiegando il mento sul petto. Piegandosi all’indietro, inclinare dolcemente il capo, inarcando la spina dorsale. Tornare lentamente nella posizione iniziale e ripetere.

Respirazione Quando si inarca la spina dorsale fare un’ampia inspirazione ed espirare quando si torna in posizione eretta. Questo si può fare anche ad occhi chiusi. AIUTA AD ALLEVIARE : Artrite – Mestruazioni irregolari o difficoltose – Sintomi della menopausa – Problemi digestivi – Dolori alla schiena e al collo – Congestione da sinusite.

BENEFICI PER LA SALUTE : come il Secondo Rito, anche il Terzo ringiovanisce la ghiandola della tiroide, le surrenali, i reni, tutti gli organi del sistema digestivo, ed anche gli organi e le ghiandole sessuali compresi prostata ed utero. Risulta particolarmente efficace per le donne in menopausa e per le donne mestruate che tendono ad avere dei cicli irregolari o difficoltosi. Tonifica e rafforza l’addome, rende tonico il diaframma, profonda la respirazione, e allevia la tensione muscolare nelle zone lombare e cervicale, diminuendo dolore e rigidità. Aiuta a liberare dalla congestione dovuta alla sinusite e allevia i sintomi dell’artrite cervicale e dorsale. L’effettuazione di questo movimento accelera la rotazione di tutti i chakra, specialmente il 5, il 3 ed il 2, nella gola e nella parte sia superiore che inferiore dell’addome, incrementando la generale sensazione di vitalità e di energia. SOTTOPONETEVI AD UN CONTROLLO MEDICO : se soffrite di ernia, di ernia iatale, di ipertensione senza controllo di farmaci, di alterazioni dei dischi intervertebrali, di ipertiroidismo, di sindrome di Meniere, di vertigine o di malattie accompagnate da crisi acute e periodiche, chiedete sempre il consiglio del vostro medico prima di effettuare questo Rito. Le donne incinte e coloro che hanno subito interventi chirurgici entro gli ultimi sei mesi dovrebbero anche richiedere il parere di un medico. Se avete il cuore ingrossato, problemi d valvole cardiache, o avete sofferto di infarto durante gli ultimi tre mesi, non eseguite questo Rito senza l’esplicito consenso del vostro medico.

QUARTO RITO

Sedere a terra con le gambe distese divaricate di circa 30 centimetri . Appoggiare i palmi delle mani sul pavimento di fianco ai glutei mantenendo il busto eretto. Piegare il mento in avanti sul petto il più possibile, sollevare il corpo da terra piegando le ginocchia, mantenendo le braccia tese e tendendo ogni muscolo del corpo. Si deve in pratica formare un ponte, con il busto che rimane parallelo al pavimento mentre le braccia e la parte inferiore delle gambe formano una linea verticale. Tornare ora nella posizione iniziale rilassando i muscoli prima di ripetere la sequenza.

Respirazione Quando si solleva il corpo si inspira profondamente trattenendo il respiro quando si tendono i muscoli. Espirare quando si ritorna a terra. AIUTA AD ALLEVIARE : Artrite – Osteoporosi – Mestruazioni irregolari o difficoltose – Sintomi della menopausa – Congestione da sinusite BENEFICI PER LA SALUTE : ha un effetto fortificante sulla ghiandola della tiroide, su tutti gli organi del sistema digestivo, ed anche gli organi e le ghiandole sessuali compresi prostata ed utero, sulla circolazione e sul flusso linfatico. Esso dà tono all’addome, al muscolo cardiaco e al diaframma, e rafforza addome, cosce, braccia e spalle. Se soffrite di congestione da sinusite, troverete che aiuta a liberare i dotti nasali. Se soffrite di artrite localizzata al collo, alla spalle, alle anche ed alle ginocchia troverete questo movimento particolarmente utile ad alleviare i sintomi. Lo stesso si può dire per quelle persone che soffrono di osteoporosi a carico di braccia, gambe e bacino. Rende anche più profonda la respirazione e accelera i principali chakra collegati alle aree della gola, del torace, dell’addome superiore e inferiore, e del coccige (chakra 5, 4, 3, 2 e 1). Questo movimento può inoltre influenzare positivamente i cicli mestruali o difficoltosi e i sintomi delle menopausa. SOTTOPONETEVI AD UN CONTROLLO MEDICO : Se vi è stata diagnosticata una delle seguenti malattie, questo Rito dovrebbe essere effettuato soltanto con l’approvazione del vostro medico : ernia, ernia iatale, ipertiroidismo, sindrome di Meniere, vertigine o malattie accompagnate da crisi acute e periodiche. Se siete in stato interessante, avete subito un intervento chirurgico entro gli ultimi sei mesi, se soffrite di ipertensione senza controllo mediante farmaci o di ipertiroidismo, o di una grave forma di artrite alla spina dorsale, o di alterazioni dei dischi intervertebrali, chiedete sempre al vostro medico il permesso per poter effettuare questo Rito. Se avete il cuore ingrossato, problemi di valvole cardiache, o avete sofferto di infarto durante gli ultimi tre mesi, non eseguite questo Rito senza l’esplicito consenso del vostro medico.

QUINTO RITO

Rivolti verso il pavimento, poggiare le mani sul pavimento con le braccia tese, flettendo le dita dei piedi. Tenere sia le mani che i piedi a una distanza di 60 cm . Si inizia con le braccia perpendicolari al pavimento inarcando la schiena. I glutei devono contrarsi, per ovviare alla debolezza del tratto inferiore della colonna vertebrale. Piegare lentamente la testa indietro il più possibile, poi sollevare e piegare il corpo all’altezza dei fianchi formando una V capovolta, contemporaneamente ripiegare il mento sul petto. Ritornare poi alla posizione iniziale e ripeterlo.

Respirazione
Inspirare quando si solleva il corpo ed espirare completamente quando ci si abbassa.
AIUTA AD ALLEVIARE : Artrite – Osteoporosi – Mestruazioni irregolari o difficoltose – Congestione da sinusite – Problemi digestivi e intestinali – Dolori alla schiena – Rigidità delle gambe e del collo.
BENEFICI PER LA SALUTE : ha un effetto rinvigorente sulla ghiandola della tiroide, sulle surrenali, sui reni, su tutti gli organi e ghiandole sessuali compresi prostata e utero. Esso favorisce la circolazione e il flusso linfatico, il che ha un impatto positivo sul sistema immunitario, stimola una respirazione più profonda, energia e vitalità, ed accelera la rotazione di tutti i chakra. Tonifica l’addome, il muscolo cardiaco, e il diaframma, rinforza i muscoli addominali, delle gambe e delle braccia e aiuta ad alleviare i dolori lombari così come la rigidità delle gambe e del collo. E’ utile per alleviare i sintomi della menopausa e delle mestruazioni irregolari o difficoltose. Inoltre libera la cavità nasali, riduce i problemi digestivi e intestinali, aiuta coloro che soffrono di osteoporosi alle braccia ed alle gambe, e può apportare sollievo a chi soffre di artrite al bacino, alla schiena, alle spalle, alle mani e ai piedi.
SOTTOPONETEVI AD UN CONTROLLO MEDICO : se soffrite di ernia, di ernia iatale, di ipertensione senza controllo di farmaci, di alterazioni dei dischi intervertebrali, di ipertiroidismo, di sindrome di Meniere, di vertigine o di malattie accompagnate da crisi acute e periodiche, chiedete sempre il consiglio del vostro medico prima di effettuare questo Rito. Le donne incinte e coloro che hanno subito interventi chirurgici entro gli ultimi sei mesi dovrebbero anche richiedere il parere di un medico. Se avete il cuore ingrossato, problemi d valvole cardiache, o avete sofferto di infarto durante gli ultimi tre mesi, non eseguite questo Rito senza l’esplicito consenso del vostro medico.

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails